Loading...
December 26, 2023

“Sono solo in questo mondo”

Passare da una piccola città alla capitale, una carriera di successo di un medico – molti possono invidiare un tale destino. Ma l’esperienza del rifiuto nell’infanzia e le relazioni dolorose della co-dipendenza con una madre alcolica può cancellare tutti i risultati e non consentire di rallegrarsi e respirare liberamente. Con una storia così difficile, la 34enne Elena è venuta alla prima sessione allo psicoterapeuta Vladimir Dashevsky.

Elena: Vengo da Vladivostok, ma per 13 anni ho vissuto a Mosca. Si è laureata all’università e in seguito ha trovato lavoro nella capitale: volevo fuggire dalla mia città il più presto possibile, dove mi è rimasto solo una madre alcolica. Non conosco mio padre, avevo tre anni quando mia madre si è sposata e papà – lo chiamo papà – ha insistito per adottarmi. Quando ho compiuto 20 anni, ha ammesso di aver incontrato un altro. Ha detto che aveva desiderato a lungo lasciare la famiglia, ma non lo faceva a causa di me, aveva paura che “questa donna terribile non mi assumeva”.

Vladimir Dashevsky: La mamma è davvero una donna terribile?

– Non mi ha mai amato. Papà è andato su un volo (è un marinaio) e ho interferito sempre con lei. Mi ha battuto, ha lasciato i miei amici e bevuto. Zia, la sorella della madre, una volta mi disse che ero un bambino indesiderato. La madre ha appreso della gravidanza per caso quando ha superato il consiglio medico. Ho cercato di sbarazzarmi di me, ma la scadenza era già grande, non è successo niente. I genitori della mamma hanno quasi con forza la conservazione in ospedale. Ma anche allora ha cercato di interrompere la gravidanza – quando è stata rilasciata a casa nel fine settimana, si è alzata nella stanza del bagno prima di perdere coscienza … quando sono nato, sua madre voleva scrivere un rifiuto. Il nonno e la nonna la furono dissuasi e alla fine mi davano all’educazione della zia. Fino a tre anni, fino a quando mio padre non è apparso, ho vissuto con lei ..

– Perché la zia ti ha detto questo?

-I ne hai mai parlato con tua madre?

– NO. Non mi piace parlarle, comunichiamo con forza una volta al mese.

– È chiaro. Per favore dimmi come posso aiutarti?

– Sono solo. Non ho una sola persona vicina. Non sono interessato a nulla, non posso fare nulla – né con le relazioni, né con il lavoro: lo è, ma non porta piacere. Non posso nemmeno andare in vacanza! Volevo volare a Phuket, per sei mesi ho lavorato sette giorni alla settimana per risparmiare denaro. Ma un paio di giorni prima della mia partenza, la zia è entrata in ospedale con sospetto di ictus. E ho dovuto annullare tutto e andare da lei. Si è scoperto che ha messo in scena un attacco, perché era spaventata dal fatto che sarei volato a Phuket e restare lì per vivere lì!

– Oh, sono simpatizza con te, posso immaginare quanto tu fossi amaramente – quanto Kuma una zucca dal Chipollino, che i mattoni hanno raccolto la sua casa per il mattone, e l’hanno presa e la ha distrutto.

– (grida.) Ho perso tutto – sia un sogno che un denaro: i biglietti erano irrevocabili. E la zia con un trionfo nella sua voce ha detto: “Beh, ho capito che non sei andato in questa oscurità”.

Ho vissuto con un giovane per 7 anni e durante questo periodo non mi ha presentato nessuno dei suoi parenti

– La zia è una persona significativa per te?

– SÌ. Lei è più vicina a me di una madre. E lei, tranne me, non ha nessuno. C’era un figlio, ma si suicidò quando aveva 18 anni. E poi, mi ha cresciuto fino a tre anni. E si rammarica ancora di aver dato sua madre quando si è sposata. Sarebbe meglio, dice, sei rimasto con me. Adesso vive da sola. Lei è sola ..

– E la salvi.

– Nessun altro. In una situazione in cui ha una microstroke e sta morendo così al telefono, non ho potuto fare a meno di andare da lei?

– Non ho risposta a questa domanda, e forse ora non c’è bisogno di valutare questa situazione. Non sei venuto con esso?

– Non so cosa fare della mia vita.

– Immagina di avere una bacchetta magica e potrei soddisfare il tuo desiderio. Qualunque cosa farebbe?

-Mo voglio che il supporto sia qualcuno nelle vicinanze … Ho vissuto con un giovane per 7 anni, ma non ne è venuto conto.

– Perché mi hai lasciato?

– Non c’era motivo formale. Nessun tradimento, niente scandali. È appena arrivato a nulla. Per tutto questo tempo, non mi ha presentato nessuno dei suoi parenti, sebbene vivano a Mosca. Una volta che ho chiesto perché non lo facesse, ha risposto: “Beh, non lo so, non c’è stato un momento adatto”. Vedi? Per 7 anni.

-Ho la sensazione che da tutti i lati tu sia circondato da alcune persone cattive, i problemi e le disgrazie sono in attesa di te.

– SÌ. Tutto quello che faccio, si riduce a zero. Tutto è inutile.

– Come se fossi una vittima o qualcosa del genere.

– Questo è il mio

Allo stesso tempo ci sono difficoltà associate al tempo. Secondo le statistiche, come rompere con una ragazza in modo che la tua uomini per raggiungere l’orgasmo hanno bisogno di cinque minuti, e le donne – circa 20 e il 75% delle donne non possono ottenerlo senza stimolazione clitime.

stato normale dall’infanzia.

– È improbabile che tu abbia scelto questo ruolo per te stesso. C’erano solo le stesse circostanze e sei nato in questa famiglia.

– Chi può sapere perché siamo nati dove siamo nati.

Hai lasciato la famiglia distruttiva, ti sei trasferito a Mosca e hai creato una carriera – molti non possono sognare tale. Questa è una risorsa colossale

– Certamente. Per qualche ragione mi sono ricordato ora il dialogo di Yeshua e Ponzio Pilato dal “Maestro e Margarita”. Quando Pilato ha detto che la vita di Yeshua è in bilico e vuole tagliarla, ha risposto: “Concorda sul fatto che solo colui che lo ha appeso può tagliare un capelli”.

– Cosa ha a che fare con me?

– È improbabile che la tua vita sia “sospesa” da una famiglia. Anche se c’è la sensazione che una ragazza che voleva rifiutare, e poi trascinata dalla famiglia alla famiglia, si perdesse. È in piedi e aspetta gli adulti e porta via.

– (grida.) Si scopre in quel modo.

– Sono incredibilmente simpatizza con questa ragazza. Nella sua vita, per dirla in lieve, non piacevoli eventi molto piacevoli – c’erano violenza domestica e comportamento di sua madre. Ma lasciamo queste circostanze dietro le parentesi e vediamo cosa puoi appoggiarti. La ragazza è cresciuta, all’età di 21 anni ha trovato la forza di lasciare la famiglia distruttiva, lasciare la sua città natale e costruire una carriera di successo a Mosca – molti non possono nemmeno sognare una cosa del genere. Questa è una risorsa colossale ..

– Beh, sì, ho sognato un tale lavoro.

– Puoi fare affidamento sulla tua esperienza, la tua forza, cambia la tua vita. Facciamo ora l’esercizio 1 in cui avrai l’opportunità di incontrare il tuo bambino interiore. (Esegui un esercizio che dura 25 minuti 1 .)

– Voglio che ripeti questo esercizio a casa. In modo da avere l’opportunità di stabilire il contatto con la parte delle risorse. In modo che ti abbracci e ti pentirai del tuo bambino interiore, prenditi cura di una bambina, sei diventato un adulto amorevole per lei. È la parte di te che è così abituata a essere una vittima che non sa come sia possibile in un modo diverso. Ma c’è un’altra parte della tua: un adulto, in grado di fissare obiettivi e raggiungerli, assumerlo e non trasferirlo a mamma, zia o giovane.

Questa è la tua risorsa e puoi contattarla. Puoi continuare la psicoterapia per elaborare un’esperienza traumatica per bambini in modo che smetta di essere un peso che ti trascina indietro e prende la tua forza e risorse. Inoltre, ti offrirei una visita ai gruppi in 12 passaggi di reciproca assistenza. Forse ti adatterai alla comunità nell’UDA – bambini adulti di alcolisti.

Questa è una comunità per le persone che sono uscite da famiglie disfunzionali per i bambini a cui non piace l’infanzia. Lì puoi ottenere il supporto che richiedi e completamente gratuito. Per ottenere nuovi metodi di comportamento al fine di smettere di essere vittima, per smettere di assumersi la responsabilità dei sentimenti e delle condizioni di altre persone.

– Avevo bisogno di conferma che dovevo andare in questi gruppi ..

– Cosa ti confonde quando dici questi gruppi?

– È come ammettere la tua debolezza.

– e cosa c’è che non va in questo?

– La vita tutto il tempo mi ha sempre richiesto di essere forte.

– Certo, ma il riconoscimento della tua debolezza è piuttosto un riconoscimento che tu sia una persona, il che significa non onnipotente. E non c’è più la necessità di combattere con tutto il mondo. Se valuto adeguatamente la mia forza, non fermerò la pista di asfalto a mani nude, mi schiaffeggerà. Puoi semplicemente muoverti.

Lena, la guerra è finita. Hai. E ci sono molte persone che sono pronte ad aiutarti. Il mondo non è ostile. Se lo combatti, vince. E se no, ti porta tra le sue braccia, come un genitore amorevole di un bambino.

P.S

Vladimir Dashevsky: Era una giornata piovosa. E Lena ha pianto molto. Come se avesse sfondato la diga, come se la tensione che teneva in se stessa per molti anni fuggì. Dall’infanzia, ha combattuto con le conseguenze della disfunzionalità della sua famiglia. Questa è una guerra ineguale e molto dolorosa. Ho cercato di supportare Lena e aiutarla ad aprire l’accesso alle risorse del mio inconscio. Non possiamo cambiare il nostro passato, genitori. Ma possiamo smettere di incolparli nei nostri problemi e assumerci la responsabilità delle nostre stesse vite.

Elena (due settimane dopo): Durante la sessione, ho visto il mio bambino interiore – una piccola ragazza sfortunata. Non potrei né abbracciarla né preoccuparsi – è stato molto doloroso per me. Ma dopo la sessione, improvvisamente si sentì sollievo. Ho intenzione di continuare a lavorare e sono andato persino al primo incontro del gruppo di. E credo che molto presto la mia vita cambierà in meglio.

Come arrivare alla prima consultazione gratuita

La psicoterapeuta Vladimir Dashevsky ogni mese organizza una consulenza gratuita con uno dei lettori. Se volevi capire te stesso per molto tempo, compila una domanda di partecipazione al progetto speciale della rivista Psychologies. Sarai convinto che anche in una sessione di lavoro con uno specialista puoi realizzare meglio le cause dei problemi e iniziare il modo di rilasciare.

Leave a Reply

Your email address will not be published.

You may use these <abbr title="HyperText Markup Language">html</abbr> tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*